8 marzo: La Sicilia è donna.

Niente mimose né feste. Solo un post per non dimenticare che abbiamo ancora tanta strada da fare e che ci sono state tante donne che hanno lottato marciando e urlando il bisogno di attenzione per i propri diritti e a quelle che l’hanno fatto in silenzio. Un piccolo tributo a tutte quelle donne che hanno contribuito a farmi conoscere meglio la Sicilia.

La Giornata internazionale della donna (chiamata, a mio avviso, erroneamente festa) ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922, dove si svolge ancora oggi. (fonte)

Nel 2006 è uscito il dizionario biografico delle Siciliane, in tre volumi, edito da Emanuela Romeo di Siracusa. Erano, allora, più di trecento le donne in elenco. Di sicuro l’opera è stata aggiornata e quante biografie siano state finora aggiunte non è un dato in mio possesso. So solo che, da quando sono a Palermo, le donne sono state importanti per il mio vivere la città, mi hanno aiutato nel mio primo impatto devastante. E sono state un esempio di lotta allo strapotere maschile in ogni settore e anche perché continuano a essere fonte di ispirazione con cui confrontarmi per poter raggiungere i miei micro obiettivi.

La Sicilia è donna“, scrive Milena Privitera in un articolo dell’anno scorso e così prosegue:

Sono sempre le donne siciliane che hanno iniziato la resistenza italiana nei primi di agosto 1943. Siciliana è la prima donna italiana a essere votata come Presidente della Repubblica nel 1946, Ottavia Penna Buscemi; come siciliana è la prima donna sindaco di un capoluogo Elda Pucci, sindaco di Palermo, eletta nel 1983; come siciliana è la prima donna preside di facoltà, Margherita De Simone. Donna è la fondatrice di una delle case editrici più importanti in Italia, la Sellerio. E non possiamo non ricordare la siciliana Franca Viola che nel 1965 si rifiutò di sposare l’uomo, un mafioso, che l’aveva rapita e stuprata. Tante sono le donne siciliane che hanno lottato e lottano contro la mafia: Francesca Serio, Felicia Impastato, Saveria Antiochia, Michela Buscemi, Piera Lo Verso, Rita Atria, Giovanna Giaconia, Rita Borsellino, Sonja Alfano, Maria Falcone.

Ho scelto alcune figure femminili che sono state importanti per avermi fatto conoscere aspetti poco chiari di questa realtà, di questo modo di essere che ancora non riesco/posso ad afferrare.

LETIZIA BATTAGLIA, fotografa

Letizia-Battaglia-Documentario-Amore-Amaro

fonti: 1 e 2 e 3

 

GIULIANA SALADINO, giornalista

giulianasaladino

Fonte: 1 e 2

 

ROSALIA SINIBALDI, protettrice di Palermo

santa-rosalia-48

 

ROSA BALISTRERI, cantautrice

rosabalistreri

fonte: 1 e 2

FRANCA VIOLA, prima donna a rifiutare il matrimonio riparatore

francaviola

fonte: 1 e 2

CARMEN CONSOLI, cantautrice

carmen-consoli_280x0-2

fonte: 1

 

FRANCA FLORIO, la “regina di Sicilia”, simbolo della belle époque
francaflorio

fonte: 1 e 2

 

La Sicilia è donna, come la testa della Gorgone che è il simbolo della sua bandiera, e come le tante donne che ogni giorno in silenzio con grande dignità studiano, lavorano, accudiscono i propri figli e portano avanti la cultura dell’eguaglianza, del rispetto delle diversità, delle reciprocità. (fonte)

flag sicily-1835129795

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “8 marzo: La Sicilia è donna.

  1. Pingback: Nuovo repertorio dei pazzi | b&b Piccola Sicilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...