Cosa vedere a Palermo: Porta Nuova

“Mamma guarda!”

“Cosa?”

“Mamma, guarda, somiglia a Porta Nuova!””

castello di cesare

Fantasia e ribaltamento della prospettiva. Ecco cosa mi fa impazzire dei bambini: la loro capacità di fare della fantasia una realtà. Che poi passino macchine in un castello medievale e un triceratopo osserva intento l’evolversi del gioco è tutta un’altra storia…

Tante volte siamo passati in macchina attraverso Porta Nuova e tante volte il piccolosiciliano  ha chiesto di cosa si trattava e perché c’erano quei giganti a fare la guardia… Così, per via di questa somiglianza trovata da mio figlio, ho fatto alcune ricerche su internet e ho preso la guida ai monumenti di Palermo per conoscere meglio Porta Nuova, accesso alla montagna e corrispettiva di Porta Felice, con accesso al mare lungo la via del Cassaro.

La porta venne fatta edificare, sul progetto di un’altra preesistente, dal Senato Civico di Palermo intorno al 1569 per celebrare la vittoria di Carlo V nella battaglia di Tunisi contro i Turchi del 1535. Nel 1667 un violento temporale si abbatte sulla città e un fulmine colpisce la struttura e provoca l’esplosione di un deposito di polvere da sparo che si trovava nei pressi. Nel 1669 a Gaspare Guercio viene commissionata la ricostruzione; egli fa poi aggiungere una copertura piramidale rivestita di piastrelle maiolicate che rappresentano, al centro, una aquila reale con le ali spiegate. L’aquila è l’emblema della città.

La parte della porta rivolta verso la città è molto classica: un telaio che sostiene, nel secondo ordine, delle nicchie con i busti della Pace, Giustizia, Verità e Abbondanza. La parte esterna, quella che da verso Monreale, presenta quattro figure maschili che sostengono il cornicione che altro non sono che i Mori fatti prigionieri da Carlo V, con in aggiunta un ricco apparato decorativo fatto da festoni, putti e volute. Al di sopra della porta, sui due fronti, è presente un loggiato a cinque archi sostenuto da colonne che sorreggono il cornicione e la balaustra in pietra.

La porta subì vari danni anche a causa dei terremoti e ultimamente anche a causa dell’incuria. Ma ora ce ne stiamo prendendo cura. A piccoli passi!

collage

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...