Cosa vedere a Palermo: il santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino #3

Perché è così importante Monte Pellegrino, che diventa fulcro dell’attività religiosa solo a settembre, quando il 4 si festeggia effettivamente Santa Rosalia?

Per me è il primo monte che ho visto appena arrivata a Palermo. Perché la sua conformazione mi attira a tal punto da contemplarlo per la sua maestosità, sia perché so che fungeva da baluardo difensivo sia perché è la sede della famosa, faticosa ed esperante, acchianata, il percorso che a piedi i pellegrini compiono fino ad arrivare al santuario. L’ingresso del percorso in salita, da Palermo, zona fiera, è raffigurato nel collage in basso a destra. Ma anche perché mi ci ha portato mio marito da fidanzatini a godere della bellissima vista in cima, dove spazi dal golfo di Mondello a quello di Palermo in un’unica panoramica.

C’è un altro perché importante per Palermo: qui sono state ritrovate le spoglie di Rosalia Sinibaldi. Le ossa ritrovate sono state poi portate in processione per liberare la città dalla peste. E qui si trova il santuario a lei dedicato: una grotta profonda più di venti metri con tanti ex-voto presenti sull’ingresso e la teca in vetro con l’immagine della santa così come venne trovata dal pastore che la sognò.

montepellegrinoperblog.

Il Monte Pellegrino, o Monte Piddirinu, è una montagna calca­rea di poco più di 600 metri, con a un lato il golfo di Palermo e dall’altro il golfo di Mondello. Nel belvedere, il punto più alto del monte, si trova la statua della santa (in basso a sinistra). Al tempo dei Greci era chiamato Ercta, os­sia impervio. Per il suo essere considerato inospitale, visto anche i venti di tramontana che sferzavano la vetta, venne scelto da Rosalia che lo considerò adatto all’eremitaggio che si era imposta. Il santuario, foto in alto a destra nel collage, è raggiungibile dopo aver fatto la lunga gradinata. C’è anche da un’entrata laterale facilmente accessibile.

entrata

foto presa da qui

L’interno della grotta si presenta buio. A illuminare ci sono solo dei piccoli faretti. Sulla sinistra si trova una teca in vetro con all’interno una statua della santa riccamente vestita. Si dice che sia stata ritrovata in questa posizione, con il viso beato e rilassato.

grottainterno

foto presa qui.

Annunci

Un pensiero su “Cosa vedere a Palermo: il santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino #3

  1. Pingback: Palermo e il festino: brevi cenni per ricordare santa Rosalia | b&b Piccola Sicilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...