Alimentazione fuori casa: corso di aggiornamento dell’Associazione Italiana Celiachia

Il nostro b&b, dopo varie peripezie, è riuscito a firmare il protocollo di intesa con l’AIC all’inizio di questo anno.

logo celiachia

Questo significa che siamo inseriti a pieno titolo nel progetto AFC, alimentazione fuori casa. Il progetto nasce con l’intento di creare una catena di esercizi informati sulla celiachia che possano offrire un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci. Ci sono tante tipologie di progetti che vanno dal bar al ristorante alle gelaterie. Il nostro è il Progetto b&b, riconoscibile attraverso questa vetrofania.

progetto b&b

Cosa vuol dire essere un esercizio della catena? Occorrono dei requisiti per farne parte. Innanzitutto partecipare al corso base organizzato dalla AIC regionale, ricevere il materiale informativo dell’Associazione e sottoporsi ai controlli periodici che i volontari AIC compiono per verificare il corretto stoccaggio dei cibi. E ultima ma non meno importante, pagare la quota associativa, che mi sembra il minimo sforzo.

Il discorso dei b&b è molto più semplice rispetto al ristorante o alla gelateria. Ma nel nostro b&b l’attenzione che mettiamo verso possibili fonti di contaminazione è altissima. Evito di cucinare dolci che contengono glutine il giorno che ospito i celiaci. Posso farlo alcuni giorni prima e poi pulisco a fondo tutto. Anche se non devo cucinare per loro. Infatti compro pane e cornetto fresco nel panificio sotto casa monomarca: tutto gluten free. Ma la pulizia è il primo fattore. E poi si sa: la farina vola…

Ai primi di giugno abbiamo fatto il richiamo. Un po’ come il vaccino. Abbiamo fatto di nuovo il corso e abbiamo assaggiato delle pizze favolose sfornate dal rappresentante Schar proprio davanti ai nostri occhi e al nostro naso… che bontà!!!

attestati
ds point

Ecco. Lo possiamo dire: noi c’eravamo! Si vedono le nostre testoline in ultima fila. Ci avete visto??

ci siamo anche noi

 

ph. AIC Sicilia – Pagina regionale

Questa invece è una recensione di una ragazza celiaca che è stata da noi giusto alcuni mesi fa.

celiaca

 

Invece questo è il libro a cui mi ispiro quando voglio sperimentare della cucina diversa, ma non per questo meno gustosa. Anzi, ad assaggiare le prelibatezze che cucina Stefania non si può fare a meno di provare a riprodurle sperando abbiano lo stesso gusto. Ho provato a cucinare un quasi menù: simili blinis, crema al formaggio bianco, sformato di grano saraceno, maiale alle mele e la mitica angel cake. Ragazzi, alla fine mio marito mi ha detto: “oh, ma questi celiaci mangiano proprio bene eh!!”.

 

metti un celiaco a cena

compratelo qui e visitate la sua pagina cliccando sulla foto.

Se invece vi morde la curiosità, andate a leggere l’intervista pazza fatta a Stefania.

Ho comprato il suo libro l’anno scorso, me lo sono fatta autografare durante una fiera e seguo sempre il suo blog.

dedica personalizzata

 Espana

 

 

 

 

Nuestro B & B, después de varias vicisitudes, firmó el Memorando de Entendimiento con la AIC a principios de este año. Esto significa que hemos entrado de lleno en el proyecto de la AFC. El proyecto nació con la intención de crear una cadena de ejercicios informados sobre la celíachia que puede ofrecer un servicio adecuado a las necesidades alimentarias de los celíacos. Hay muchos tipos de proyectos que van desde el bar hasta el restaurante y las heladerías. Nuestro proyecto es el de B & B, que se reconoce a través de esta etiqueta.
¿Qué significa ser un ejercicio de la cadena? El requisito mas importante es ser parte de ella después de haber participado en el curso básico organizado por AIC regional. haber recibido material informativo de la Asociación y someterse a las inspecciones periódicas que realizan los voluntarios AIC para verificar el almacenamiento adecuado de los alimentos. Y por último pero no menos importante, pagar la cuota de socio, que creo que es el mínimo del esfuerzo.
El discurso de el B & B es mucho más simple que el restaurante o la heladería. Pero en nuestro b&b la atención que ponemos en las posibles fuentes de contaminación es muy alta. Evito la cocción de dulces que contienen gluten en el día que alojan los celíacos y compro pan fresco y croissants en la panadería bajo  de casa: tiene todo  “gluten free”. Pero la limpieza es el primer factor. Y entonces sabéis: la harina vuela … y yo no la uso!
A principios de junio hicimos el curso. Un poco como la vacuna: hicimos la llamada. Hicimos el curso de nuevo y hemos probado fabulosas pizzas hechas por el representante “Schar” ante nuestros ojos y la nariz … que bondad!
Podemos decir que estuvimos allí! Puedes ver nuestras pequeñas cabezas en la última fila. ¿Has visto?
La siguiente es una revisión de una niña celíaca que estuvo con nosotros hace unos pocos meses. Gracias.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...