2D: danza&Daniela

Inauguro con Daniela la categoria Gli incredibili: ospiti del b&b che ci hanno regalato parte di loro e che, soprattutto, hanno accettato che io raccontassi qui le loro confidenze.

In questi anni ho raccolto, volente e nolente, molte storie di vita. Durante la colazione, o anche al momento dell’accoglienza, alcune persone sentono il bisogno di condividere parte di sé. Mi sento fortunata. Raccontare queste esperienze nate dal caso (o dal destino) mi fa sentire ancora più vicino le persone che sono passate per di qua, anche solo per una notte.

Come Daniela. Mi preparavo per uscire quando un sms mi blocca sulla soglia di casa. Un’amica mi chiedeva: “Hai una camera per una mia cugina questa sera?”. Cavolo. Avevo tutte e due le stanze libere ma a soqquadro, visto che erano giorni che non si vedeva anima di ospite girovagare per casa. Mi spaventava un po’ rimettere mano dentro le camere. Tolgo la borsa, appendo il giubbotto e, spugnetta e detersivo in una mano e telefonino nell’altra, rispondo alla mia amica. “Si certo, dimmi solo a che ora viene”.

Nel tardo pomeriggio arriva una signora trafelata con due borsoni enormi e delle borse. Stanchissima ma felice di aver trovato una sistemazione. La faccio accomodare in camera, prendo i documenti e mentre la registro chiedo a che ora farà colazione. Mangia poco: solo un tè con biscotti. Quando mio marito legge la scheda dei dati esclama: “Ma io la conosco. Lei deve essere stata l’insegnante di danza di mia sorella”.

“Siii… va buò…”, rispondo incredula. “Deve capitare proprio da noi l’insegnante di mia cognata”.

Caspita. Invece era proprio lei. Il suo fisico d’altronde ne era una prova: longilineo e dal portamento elegante.

L’indomani ho fatto salire mia cognata che per poco non si metteva a piangere di gioia. Si è parlato del tempo trascorso e dell’amore per la danza che mai, nonostante alcune difficoltà della vita, è venuto a mancare. Delle battaglie per aprire la danza anche ai maschi e dell’orgoglio di aver sostenuto e incoraggiato dei piccoli-grandi Nureyev, come delle grandi ballerine. Dell’importanza della disciplina e della musica classica nella formazione di un ragazzo… Insomma: siamo state a parlare più di un’ora!!

A Palermo ha una scuola di danza. Non vi resta che andare a trovarla!

“I nostri pranzi erano a base di pane e danza conditi dalla musica”

presa dal web

presa dal web

 

Annunci

2 pensieri su “2D: danza&Daniela

  1. La verdad es que el contacto con los huéspedes, enriquece muchísimo sin salir de casa!! podrías montar en el b and b un gabinete de psicología también!!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...