che ci fanno queste anime perse?

…perse e per di più sconocchiate??

non è l’impellente necessità di incontrarsi, come solo si usa fare nei paeselli nelle sere d’estate, a far si che queste sedie vengano esposte fin dalla prima mattinata. Perché non c’è stagione che tenga: è un must di ogni quartiere palermitano, dal più inn allo scarso totale, dall’inverno gelido alla timida primavera. Ogni mattina (ma talvolta il marciapiede è occupato fin dal tramonto della sera prima) si ritrova parte del zona sottostante casa ricoperta da un cordone di sedie senza impiallacciato, ferri del mestiere più antico della città.

L’ho visto sai? Si, si… ho notato come hai sollevato l’angolo della bocca. Non si tratta di “quel” mestiere, ma di un altro che gli si affianca: il parcheggiatore abusivo.

Ecco. Parliamone: l’arte di occupare suolo pubblico con merce che in Svezia avrebbero già mutato in pannelli Ikea per rivenderceli. Sono sedie quando va bene, divani, carcasse di lavatrice o altro quando il parcheggio serve a te e non agli altri. Questi sono i ferri del mestiere di un manipolo di uomini, armati di tracolle, zainetti, marsupi, con sigaretta di sghimbescio tra le labbra, che bazzicano nel quartiere come banditi usciti da un romanzo di McCarthy. I clienti più fedeli escono dalle macchine con un balzo per andare a lavoro  lanciando al volo le chiavi verso i tre bandidos che rapidi e fulminei parcheggiano il mezzo in tripla fila per poi farlo trovare pronto quando l’avvocato esce dal Tribunale.

Eh si! A incrementare questo losco traffico sono proprio loro: gli azzeccagabugli.

Alcuni possono trovarlo divertente perché caratteristico, altri irritante perché l’idea che possano vendicarsi con una bella tirata di chiodo sulla carrozzeria spaventerebbe anche mia nonna, altri ancora utile perché dove si parcheggia altrimenti, i più lo trovano comodo perché non devono neanche pensare di parcheggiare…

Io lo trovo semplicemente mafioso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...